Il 5G debutta sui treni super-veloci cinesi, i Maglev, che viaggiano senza toccare le rotaie grazie alla levitazione magnetica.

ZTE e China Telecom sono i due attori in gioco, i quali hanno chiuso un accordo per lanciare la connessione con il nuovo standard di quinta generazione sui treni ad altissima velocità, sulla rete di Shanghai.

Il test condotto dalle due società tech cinesi ha dato risultati molto positivi. Il test ha misurato le comunicazioni all’interno di un treno che viaggia ad una velocità di 500Km orari. La soluzione adottata dimostra che la rete 5G è in grado di garantire copertura e stabilità del segnale anche sulle altissime velocità.

La tecnologia 5G di ZTE ha consentito ai passeggeri di avere accesso agli high-speed data durante il viaggio e ha permesso loro di lavorare in videoconferenza, di guardare video in ultra-HD e di utilizzare giochi interattivi.

Fonte: La diffusione dei treni Maglev in Cina

Il test, a causa di determinate limitazioni del paesaggio, ha messo a dura prova sia China Telecom, come operatore telefonico, che ZTE, come fornitore di apparecchiature. Il deterioramento del canale wireless, causato dal movimento ad alta velocità, viene eliminato grazie alla tecnologia proprietaria doppler per la compensazione del canale. Inoltre, ZTE è il primo fornitore ad introdurre il sistema RRU 8T8R per la copertura ferroviaria ad alta velocità nell’industria 5G.

La velocità massima di 500Km/h raggiunta dal treno Shanghai Maglev è la più alta tra i treni commerciali del mondo. Questo significa che è possibile applicare tale soluzione a varie linee ferroviarie ad alta velocità e linee Maglev in tutto il mondo.

Si tratta di una grande possibilità per il mercato e per i fornitori di tecnologia come ZTE. ZTE ha già 25 contratti commerciali 5G nei principali mercati, Europa, Asia Pacifico, Medio Oriente e Africa, e investe il 10% del suo fatturato annuo su ricerca e sviluppo.

Maria Vittoria Seu – MCO